Vita da papà 2.0
aumentare l'autostima dei bambini

Come aumentare l’autostima del bambino.

In questo interessante articolo Federica Cammarone educatrice responsabile dell’asilo nido Akki Pikki ci da alcuni semplici consigli per rendere più sicuri di se stessi i nostri cuccioli durante la pappa.

 

 

Nella nostra società globalizzata e piena di opportunità quante volte abbiamo conosciuto

autostima del bambino che mangi ada solo

Elis al nido mangia da sola.

persone che “Se solo credesse un po di più in se stesso …” ? Compriamo libri sull’autostima affidandoci a questi nuovi maestri di vita ,i life coach ,ci affidiamo a tecniche di psicologia spicciola per apparire più aperti, sicuri di noi stessi e partire alla conquista del mondo. Ma da quale parte di noi stessi ha avuto origine tutta questa sofferenza? Naturalmente dall’infanzia, più precisamente dalla prima infanzia : quel periodo di vita che va dai primissimi mesi di vita ai 5 o 6 anni.

Già da piccolissimi i bambini ,infatti, hanno innato un “istinto all’indipendenza” che si traduce in tutte quelle attività di esplorazione del mondo che spesso, troppo spesso, noi adulti limitiamo .Ad esempio : troppe volte ho visto adulti dar da mangiare ad un bambino con un cucchiaio in una mano ed un canovaccio per pulire nell’altra senza che il poveretto possa avere la minima possibilità di partecipazione, senza che gli venga offerta la possibilità di toccare ciò che gli viene infilato in bocca a forza .autostima nel bambino di un anno

Parlando di conseguenze nella migliore delle ipotesi staremo crescendo bambini che aprono la bocca alla sola vista del biscottino come una sorta di riflesso condizionato, troppo abituati ad essere imboccati, nella
peggiore invece assisteremo a crisi di panico nero se la goccia di succo di frutta bagna il mignolino o la classica inappetenza del bambino che alle elementari “Mangia solo pasta in bianco!”. Scusate la foga con la quale parlo di certi comportamenti tristemente abituali nei confronti dei bambini ma

in fin dei conti cosa ci costa dare un cucchiaio in mano ad un bambino ,soprattutto quando notiamo che prova già da solo a coordinare i suoi stessi movimenti al fine di mangiare da solo? E cosa abbiamo da rimetterci a parte dover lavare un cambio in più o aspettare dieci minuti che l’operazione si concluda? Nella peggiore delle ipotesi dovremmo solo infilare lo gnometto in lavatrice che avrà la pappa al pomodoro fin dentro le orecchie!! Ok forse è un po estrema come visione ma non dobbiamo mica mettergli il piatto davanti e sparire per dieci minuti!

autostima del bambino

mangiare la pappa in autonomia rende il bambino più sicuro di se

Ora seriamente … chi ci guadagnerà sarà il nostro bambino e la sua autostima che arriverà alle stelle per essere riuscito nel grande compito di mangiare da solo!

In conclusione, parlando di bambini piccoli mi è sempre piaciuto il detto “Dare ali per volare e radici a cui tornare” ma dare ali ad un bambino non vuol dire coprirlo di doni o accontentare ogni sua richiesta, dal mio punto di vista vuol dire credere in lui e crederci così tanto da permettergli di sperimentare la sensazione della pappa sulle manine e più in là della terra raccolta sotto l’albero o della raccolta delle foglie cadute per l’Autunno che è alle porte … E chissà se un domani non creda così tanto in se stesso da riuscire a cambiare il mondo?

Federica Cammarone

Condividi

post collegati

Commenti Facebook

Rispondi

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicatoIl Campo richesto è contrassegnato *

Leggi anche

Home & Garden, su eBay la primavera è già arrivata

Un buon genitore, tiene alla propria famiglia, alla propria casa e al giardino. Se avete in mente di fare qualche piccolo lavoretto, date un'occhiata ad eBay, sconti fino al -60%!