Provati per voi, Uncategorized

EllyBee l’ape che insegna l’inglese con la realtà aumentata.

La start up che unisce lettura, gioco, favola e realtà aumentata per insegnare l’inglese ai nativi digitali.

Un problema di tutti i genitori

Se stai leggendo questo articolo con grande probabilità sei un genitore, ebbene se tuo figlio è un nativo digitale mentre tu sei cresciuto al massimo con i cartoni di Candy Candy o Holly e Benjy sicuramente abbiamo un problema in comune.
Mia figlia Elis è un bambina molto sveglia, super attenta agli stimoli esterni, ama tutti i giochi ma come tutti i bambini della sua età è fortemente attratta da tutto ciò che è digitale. In effetti non possiamo darle torto visto che, appena venuta al mondo, ha ricevuto uno schiaffo dall’ostetrica, un bacio da sua madre e un selfie dal mio i-phone. Va da se che i dispositivi digitali l’accompagnano ogni giorno della sua vita, fanno parte della sua quotidianità, tanto che la sua prima parola è stata Pappa (anche se io ho cercato di spacciarla per papà) la seconda mamma ma la terza è stata YOU TUBE.
Con questo antefatto potete ben capire le difficoltà che ogni giorno io e mia moglie  incontriamo per cercare di limitare l’esposizione a contenuti digitali non adeguati, cercando di farle amare i libri, giocando con lei ai giochi della nostra infanzia. Devo dire che Elis risponde bene: ama giocare sfogliare libri e disegnare, ma quando vede un tablet o uno smartphone la tentazione è troppo forte, abbandona tutto e si immerge nella navigazione isolandosi dal mondo che la circonda.
A questo punto le scelte da adottare per due genitori potrebbero essere 2:
  • Lasciarla fare, permettendogli liberamente di navigare ed usare smartphone ed altri dispositivi come fossero un baby sitter virtuale in grado di distrarre ed intrattenere, a costo anche di creare una dissociazione dei bambini stessi dalla realtà.
  • Fissare delle regole e dei divieti di giocare con tali dispositivi a causa dei contenuti poco sicuri veicolati dai vari siti e canali YouTube,  rischiando però in questo modo di isolare i propri figli da un progresso che in futuro è bene che sappiano governare per non essere da meno dei propri compagni di scuola.
Questa la situazione fino a poco tempo fa.

La mia soluzione

Navigando i rete ho scoperto una soluzione fantastica al mio problema, si chiama Ellybee.
Ellybee è una start up che ha ideato un metodo di insegnamento eccezionale che unisce la lettura  tradizionale e la realtà aumentata, i bambini attraverso la guida di un’ape virtuale sfogliano il libro ed imparano l’inglese.

 

Come Funziona

Il sistema è semplice: si scarica l’app di Ellybee, si punta il device sui marker che trovi all’interno dei libri e, grazie alla realtà aumentata, appare l’ape Elly che interagisce col bambino svolazzando sullo schermo dello smartphone o del tablet rendendo così l’apprendimento un’esperienza divertente e creativa.

Si può scegliere tra diverse storie  da leggere insieme per imparare la lingua inglese divertendosi, con tutta la famiglia, è facile e non serve alcuna preparazione di base per l’adulto, bastano un bambino curioso e un adulto disponibile, un libro, uno smartphone o un tablet e tanta voglia di passare del tempo insieme.

L’idea è di Ornella Faranda, insegnante di inglese, che ha fondato la startup e  sviluppato il progetto insieme ai soci Andrea Tassone, Silvia Morandi e Gaetano Giuffrè.

Dando un’occhiata al sito ho notato tra l’altro che Ellybee è un vero e proprio metodo per le asili nido e scuole materne, che sempre più strutture stanno adottando proprio perché unisce il gioco, la fiaba il libro e la realtà aumentata, il mix ideale per crescere in modo ottimale i nostri nativi digitali.

 

L’esperienza di Elis

Naturalmente da buon papà 2.0 ho ho scelto anch’io un libro di Ellybee, fra i tanti ho optato per il libro sui colori, Elis infatti tende a confonderli, soprattutto in inglese e ho pensato che potesse essere una scelta adeguata.

Con nostra grande sorpresa il pacco era accompagnato da una letterina indirizzata ad Elis da parte dell’apina Elly che di li a poco sarebbe diventata una sua nuova amica.

L’attrazione per la grafica del libro da parte di Elis è stata immediata, e dopo aver aperto il pacchetto di flash card ha subito iniziato a giocare, pretendendo che leggessi la favola. Quando poi ha visto Elly animarsi con la realtà aumentata è stata una vera e propria magia che l’ha tenuta incollata per le successive due ore.

Sono già passate alcune settimane dall’arrivo del libro e Elis ha ormai imparato quasi tutti i colori in inglese, conosce la fiaba a memoria ma comunque quasi tutti i giorni mi chiede di giocare con Elly.

La cosa incredibile è che quando prende il mio smartphone il suo dito va diretto sull’app di Ellybee anziché quella di YouTube.

Questo Natale sò già cosa regalare a mia figlia sul negozio on line di Elly bee (http://www.ellybee.it/index.php/shop/) ho solo l’imbarazzo della scelta.

Emil Ceron

 

Condividi

post collegati

Commenti Facebook

Rispondi

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicatoIl Campo richesto è contrassegnato *

Leggi anche

BABBOSETTETE SUL CAMPO DA GOLF GRAZIE A SPORTPASS DI DECATHLON

Luca Rallo ed Emil Ceron sul Green del Garden Golf University con il Maestro Stefano Bonardi. Leggete e commentate questo post: Babbosettete vi regala un’esperienza sportiva indimenticabile!

Babbo chi?


Ciao sono Emil Ceron ho 35 anni, sono appena diventato papà e……….. me la faccio sotto! Da quando Betta, la mia dolce caramella dal ripieno frizzante, mi ha annunciato candidamente che sarei passato dall’altra sponda: quella dei genitori, ho sentito la necessità di creare questo spazio condiviso in cui incontrarci fra papà del nuovo millennio, un porto sicuro in cui confrontarci, sfogare frustrazioni da sbalzi ormonali, parlare male della suocera, mettere a confronto le nostre esperienze per imparare insieme il mestiere del papà

Facebook

News in Pictures

decathlon sport pass
etichette termoadesive

Commenti recenti