BAbbo in Viaggio

Locanda di Pietracupa: il paradiso del gusto, nel cuore del Chianti Classico.

Buzzoole
Quando si diventa genitore, lo dicono tutti, la vita cambia totalmente. Non importa quanti anni tu abbia o di cosa ti occupi, le priorità si spostano fino a cambiare addirittura i gusti.

Con la nascita di Elis sono cambiato totalmente anche in tema di viaggi, e di cose che amo fare in viaggio. Ho sostituito l’avventura con la comodità, i locali notturni con buoni ristoranti, la frenesia di vedere cose con il piacere del relax.

È con questa filosofia che oggi ricerco i luoghi dove amo svernare ed è grazie a questo nuovo modo di concepire il piacere del viaggio che ho scoperto un luogo eccezionale: La Locanda di Pietracupa.

Immaginate un’elegante casa borghese dei primi del ‘900 elegantemente ristrutturata, con un grande giardino, incastonata nel cuore del Chanti Classico, a metà strada fra Firenze e Siena, dove poter condurre un’esperienza di gusto unica, imparare la preparazione grandi piatti tipici e soggiornare in un’ambiente raffinato e curato nei minimi particolari.

Pensavo che la locanda di Pietracupa fosse la tipica dimora toscana con cucina tipica del luogo ma ho scoperto che è molto di più, ecco perchè:

LA CUCINA

L’elemento principale della locanda,  il vero e proprio motore di Pietracupa è il ristorante, la sala al pianterreno gestita da Luca e Massimiliano è impeccabile, la cura del dettaglio mette di buonumore e fa percepire il livello dei piatti che vengono serviti. Mentre Luca e Massimiliano accolgono gli ospiti le loro compagne Monica e Franca si occupano della cucina creando piatti oltre che buoni, veramente belli.

Da un ristorante come questo ci si aspetterebbe un menù composto da piatti tipici toscani, mi ha invece piacevolmente sorpreso l’utilizzo di ingredienti che spaziano attraverso tutte le tipicità delle regioni italiane mantenendo comunque sempre presente la stagionalità del prodotto. Ogni piatto che viene ideato da Monica e Franca deve superare un’attenta selezione dei 4 gestori prima di entrare nel menù, caratteristiche fondamentali dei piatti sono sempre la tipicità dei prodotti mixata con la fantasia e la creatività della presentazione.

LA CANTINA

Quando si parla di vini nel Chianti Classico, basta la parola, Luca infatti ha selezionato una cantina veramente molto interessante incentrata maggiormente su vini autoctoni ma con una buona presenza altre etichette nazionali ed internazionali.

LE STANZE

Al secondo piano  quattro eleganti camere,  dotate di bagno con doccia, prodotti di cortesia e tv satellitare,  con affaccio sulle colline toscane rendono la Locanda la location perfetta per soggiorni estivi in totale relax ma con la possibilità di vedere le eccezionali città toscane dei dintorni.

I CORSI DI CUCINA

La locanda di Pietracupa offre inoltre la possibilità di regalare e regalarsi un corso di cucina tenuto da Monica e Franca, il modo migliore per continuare a ricordare al palato le prelibatezze degustate.

 

Per tutto questo e per molto altro è facile comprendere il motivo per cui la locanda è stata recensita su tutte le guide più importanti con articoli su testate nazionali e internazionali (Condè Nast Traveller – Geo) fino ad essere scelta, per rappresentare l’Italia, da pasta Agnesi per una dimostrazione della nostra cucina in Asia.

Per questo, quando ho bisogno di staccare la spina e coccolarmi un po, non esito un secondo scappo con la mia famiglia verso questo piccolo angolo di paradiso dove rigenerare lo spirito ed il corpo, dove mia figlia può correre e giocare nel prato antistante la locanda mentre io e mia moglie vediamo tramontare lentamente il sole sorseggiando un buon Chianti d’annata.

Se sei vuoi farti anche tu una coccola dai un’occhiata al SITO, visita la pagina facebook o il profilo Instagram della locanda, la tua famiglia ti ringrazierà.

Condividi

post collegati

Commenti Facebook

Rispondi

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicatoIl Campo richesto è contrassegnato *

Leggi anche

La leggenda del jazz Dianne Reeves sul palco di Piazza de Vero

Jazz Legend Dianne Reeves pronta ad esibirsi sul palco di Piazza de Vero per il secondo appuntamento della rassegna Nave de Vero.

Babbo chi?


Ciao sono Emil Ceron ho 35 anni, sono appena diventato papà e……….. me la faccio sotto! Da quando Betta, la mia dolce caramella dal ripieno frizzante, mi ha annunciato candidamente che sarei passato dall’altra sponda: quella dei genitori, ho sentito la necessità di creare questo spazio condiviso in cui incontrarci fra papà del nuovo millennio, un porto sicuro in cui confrontarci, sfogare frustrazioni da sbalzi ormonali, parlare male della suocera, mettere a confronto le nostre esperienze per imparare insieme il mestiere del papà

Facebook

News in Pictures