Vita da papà 2.0

TOGLIERE IL PANNOLINO SENZA STRESS: CINQUE COSE DA SAPERE

Tutti noi Papà odiamo quel momento……

tuo figlio si ferma con aria riflessiva e ti guarda con uno sguardo intenso ma perso nel vuoto, sembra stia riflettendo sui grandi problemi del mondo, poi sorride ti guarda soddisfatto e, distruggendo tutti i tuoi sogni di essere il padre di un fenomeno, afferma: ” PAPÀ CACCAAAAA”

Dopo un primo momento di panico e non volendo distogliere gli occhi dagli ultimi minuti della partita lanci un disperato S.O.S. visivo alla mamma, che dolcemente ti sussurra: “Amore lo cambi tu”?

                                         😖 😖 😖 😖 😖 😖 😖 😖 😖 😖 😖 😖 😖 😖 😖 😖

Poi finalmente arriva il momento dello spannolinamento, sarà un pò più autonomo e la farà nel vasino da solo….. Si ma come si insegna al bambino a farla proprio li?

Ce lo spiega l’educatrice di scuola Montessoriana Federica Cammarone, che in questo articolo descrive il metodo migliore per passare al vasino senza stress.

Finalmente è arrivato il momento di togliere il pannolino!

Come? Niente panico, ti basta sapere poche cose fondamentali per affrontare la situazione con il massimo della serenità:

1 – L’ETA’ E’ FONDAMENTALE

Non è detto che un bambino di 18 mesi in grado di parlare e comunicare già bene sia anche psicologicamente pronto a lasciar andare il pannolino. Per il benessere psico fisico del bambino è importante che non si affrontino le cose con troppa fretta. Dunque il periodo giusto per iniziare è fra i 24 e i 36 mesi.

2 – NON BISOGNA TRASCURARE LO SFORZO EMOTIVO CHE IL BAMBINO COMPIE VERSO L’ACQUISIZIONE DI QUESTA IMPORTANTE AUTONOMIA

I bambini sanno e percepiscono quanto siano importanti le aspettative che i genitori hanno nei loro confronti. Iniziare ad usare il vasino è di fatto un passo molto importante e loro lo sentono. Quindi cerchiamo di aiutarli portandoli al bagno anche ogni mezz’ora circa perché, soprattutto nei primi giorni, sarà molto difficile per loro cogliere il momento prima del bisogno e comunicarcelo per tempo!

3 – INCORAGGIARLI MANTENENDO UN ATTEGGIAMENTO POSITIVO

E’ naturale che nei primi giorni succeda che il bambino non riesca sempre a fare pipì nel vasino dunque, quando capiterà “l’incidente di percorso” non demonizzate l’accaduto con espressioni negative perché portano solo ad una cosa : la distruzione dell’autostima del piccolo! E’ invece molto utile incoraggiarlo con frasi del tipo “Non fa nulla ,la prossima volta andrà meglio!” .Anche se lui non lo dimostra è perfettamente consapevole dell’importanza del cambiamento e ce la mette tutta per riuscire nell’impresa.

4 – SCORDATEVI I MEZZI DRASTICI E LA LEGGE DEL “TUTTO E SUBITO”

I bambini piccoli hanno bisogno del loro tempo per riuscire nelle cose nuove, concediamoglielo! Io non ho mai creduto ai passaggi drastici, o a chi dice che per abituare un bambino al vasino bisogna togliere il pannolino da subito a tutte le ore. Dunque ciò che consiglio è questo : per i primi giorni togliamolo per qualche ora la mattina e qualche ora il pomeriggio. Arrivato il fatidico giorno portiamolo in bagno e prepariamolo con le parole a quello che sta per accadere. Per i pasti e i riposi credo sia utile rimettere il pannolino almeno per i primi giorni.

5 – NON ESISTE UNA PRATICA UNIVERSALMENTE VALIDA

Vi sarà capitato di sentire mille pareri contrastanti da parte di parenti ed amici, anche sul web è tutto un fiorire di teorie sull’argomento … ma la verità è una sola : non c’è una regola valida per tutti e in ogni caso!

Questo perché “Ogni individuo è un essere unico e irripetibile”, ogni bambino affronterà questa tappa in relazione agli adulti che si occupano di lui e (dettaglio non proprio da nulla) il suo vissuto emotivo lo condizionerà.

Io credo che ogni bambino sia una persona da ri spettare in quanto tale e non un essere inferiore o un “vaso da riempire” con le nostre conoscenze . Stiamo parlando di una tappa fondamentale dello sviluppo dunque che decidiate per il vasino, il riduttore o direttamente il water o che scegliete di togliere il pannolino subito e senza mezzi termini cercate comunque di approcciare a questo grande cambiamento con serenità e pazienza .

FEDERICA CAMMARONE

Condividi

post collegati

Commenti Facebook

Rispondi

Il tuo indirizzo Email non sarà pubblicatoIl Campo richesto è contrassegnato *

Leggi anche

La leggenda del jazz Dianne Reeves sul palco di Piazza de Vero

Jazz Legend Dianne Reeves pronta ad esibirsi sul palco di Piazza de Vero per il secondo appuntamento della rassegna Nave de Vero.

Babbo chi?


Ciao sono Emil Ceron ho 35 anni, sono appena diventato papà e……….. me la faccio sotto! Da quando Betta, la mia dolce caramella dal ripieno frizzante, mi ha annunciato candidamente che sarei passato dall’altra sponda: quella dei genitori, ho sentito la necessità di creare questo spazio condiviso in cui incontrarci fra papà del nuovo millennio, un porto sicuro in cui confrontarci, sfogare frustrazioni da sbalzi ormonali, parlare male della suocera, mettere a confronto le nostre esperienze per imparare insieme il mestiere del papà

Facebook

News in Pictures